Durante la riunione del 14 settembre 2017 il Consiglio di fondazione ha approvato i conti intermedi al 30.06.17. Questi conti hanno mostrato un risultato positivo (senza tener conto dell'adeguamento delle riserve tecniche), che dovrebbe diventare definitiva al 31 dicembre 2017.

Sono stati approvati i conti definitivi 2016 dal Consiglio di Fondazione il 16.05.2017. Il nuovo grado di copertura di liquidazione al 31.12.2016 corrisponde al 112.40%. Sono aumentate le riserve. Il revisore e l'esperto finanziario hanno constatato la corretta amministrazione sotto tutti i punti di vista.

Per l'anno 2017, i salari assoggettati alla LPP sono :

  2013-2014 2015-2016-2017
Salario lordo AVS minimo di entrata Fr. 21'060.00 Fr. 21'150.00
Quota di coordinamento annua Fr. 24'570.00 Fr. 24'675.00
Salario lordo AVS massimo Fr. 84'240.00 Fr. 84'600.00
Salario massimo assicurato Fr. 59'670.00 Fr. 59'925.00
Salario minimo assicurato Fr. 3'510.00 Fr. 3'525.00

Il tasso di remunerazione LPP è del 1.00%.

Il sistema di calcolo detto "Layer" (a strati) è stato posticipato al 2018.

Tutti gli assicurati e i datori di lavoro hanno ricevuto un’importante comunicazione inerente gli effetti della riforma “Previdenza 2020” in discussione al Consiglio Nazionale dal 26 settembre 2016 (il Consiglio di Stato aveva approvato la riforma lo scorso anno). In questo documento sono indicate le conseguenze per gli affiliati alla Fondazione con effetto 1.1.2017 a seguito della decisione del Consiglio di Fondazione del 8 settembre 2016.

Sono stati approvati i conti intermedi al 30.06.2016 dal Consiglio di Fondazione l’8 settembre 2016. Il risultato d’esercizio è influenzato dall’andamento delle borse e non tiene conto dell’aggiornamento delle riserve tecniche che verrà effettuato con la chiusura definitiva al 31 dicembre 2016.

Sono stati approvati i conti definitivi 2015 dal Consiglio di Fondazione il 28.04.2016. Il nuovo grado di copertura al 31.12.2015 corrisponde al 104.42%

Visti i risultati al 30 settembre 2015 il Consiglio di Fondazione ha deciso il versamento del 1.75% di interesse su tutto il capitale per l’anno 2015 (quindi anche parte sovraobbligatoria) invece che solo sul minimo LPP deciso dal Consiglio Federale.

In vista della riforma (passata agli Stati e in programma al Nazionale) che prevede l’abbassamento al 6% della aliquota di conversione del capitale in rendita, il Consiglio di Fondazione ha previsto le nuove tabelle con il 6.6% a partire dal 2016 per i piani superiori al minimo LPP, ma su tutto l’avere di vecchiaia garantendo, sul minimo LPP, ancora il 6.8% in attesa della decisione. Le tabelle sono pubblicate nel nostro regolamento (allegato 1).

Sono stati approvati i conti intermedi al 30.9.2015 dal Consiglio di Fondazione il 12.11.2015 che si chiudono con una perdita di Fr. 1'440'906.47 dovuta principalmente alla perdita (non realizzata) sulla valutazione dei titoli. La performance al 30 settembre 2015 era -0.8% mentre al 31 ottobre 2015 aveva già raggiunto il +1.42% con un recupero quindi su base annua del 2.22%. La perdita in termini monetari sarebbe stata completamente riassorbita con effetti positivi sulla chiusura al 31.12.2015. Il Consiglio Federale ha deciso che il tasso di remunerazione al minimo LPP dal 1.1.2016 corrisponderà al 1.25% invece del 1.75% di quest’anno. Questo abbassamento è giustificato dal fatto che i tassi delle obbligazioni della Confederazione a 10 anni sono negativi a -0.3%, solo con gli immobili sarebbe possibile recuperare.

Sono stati approvati i conti intermedi al 30.06.2015 dal Consiglio di Fondazione il 23.09.2015. Il nuovo grado di copertura corrisponde al 108.46%. Il risultato di esercizio e' fortemente influenzato dall'andamento delle borse che sono tornate ai valori di gennaio 2014, azzerando praticamente gli utili non realizzati. Fortunatamente abbiamo una percentuale di immobili vicina al 30% che compensa queste perdite rispetto al 31.12.2014.

Sono stati pubblicati i conti definitivi 2014 approvati dal Consiglio di Fondazione il 08.06.2015 . Prima della creazione delle riserve, l'avanzo di esercizio era di Fr. 5'200'000.00 Il bilancio tecnico e' del 108.90%, di conseguenza il bilancio tecnico di liquidazione (cioe' se la Fondazione fosse stata sciolta al 31.12.2013) corrisponde a 116.50%. Gli enti e le altre ditte affiliate sono 232. Il totale degli assicurati nell'anno e' stato di 2490. Il patrimonio della fondazione e' passato dagli 80 mio del 2008 ai 153 mio del 2014 (+91.25%).

Visti i buoni risultati al 30.09.2014 il Consiglio di Fondazione ha deciso di attribuire il 2.50% di interesse su tutto l'avere di vecchiaia 2014 (parte obbligatoria e sovraobbligatoria).

Quest'anno la Fondazione ha sostenuto il Concerto per l'Infanzia organizzato a Locarno dalla ProJuventute.

Sono stati pubblicati i conti definitivi 2013 approvati dal Consiglio di Fondazione il 20.06.2014 . I conti provvisori del 5.5.2014 davano un avanzo di esercizio Fr. 2'833'000.00 con l'attribuzione alle varie riserve per totali Fr. 16'663'000.00. Il bilancio tecnico e' del 106.19%, di conseguenza il bilancio tecnico di liquidazione (cioe' se la Fondazione fosse stata sciolta al 31.12.2013) corrisponde a 125.70%. La redditivita' netta (non la performance lorda) del patrimonio complessivo e' stata del 3.40% in Franchi Svizzeri, per cui il Consiglio di Fondazione ha confermato l'attribuzione di un interesse del 2.5% netto su tutti gli averi di vecchiaia (parte obbligatoria e parte sovraobbligatoria). Gli enti e le altre ditte affiliate sono 212. Il totale degli assicurati nell'anno e' stato di 2413. Il patrimonio della fondazione e' passato dagli 80 mio del 2008 ai 143 mio del 2013 (+78.7%).

Il Consiglio di Fondazione ha deciso di attribuire il 2.50% di interesse su tutto l'avere di vecchiaia per l'anno 2013.

Il Consiglio Federale ha deciso di modificare il tasso di remunerazione minimo sulla parte obbligatoria degli averi di vecchiaia al 1.75% dal 01.01.2014 invece del 1.50%.

Dal 2014 il tasso di trasformazione del capitale in rendita di vecchiaia e' uguale tra uomo e donna e corrisponde al 6.8% della parte obbligatoria. La FTP applica invece il 6.8% su tutto l'avere di vecchiaia (parte obbligatoria e parte sovraobbligatoria).

Sono stati pubblicati i conti definitivi 2012 approvati dal Consiglio di Fondazione il 13.06.2013 dove risulta un saldo del conto d'esercizio di Fr. 4'142'616.-- con un bilancio tecnico al 112.94% prima della costituzione delle riserve. Dopo la costituzione di riserve per Fr. 16'060'000.-- il bilancio tecnico di continuità corrisponde al 109.73%. Di conseguenza il bilancio tecnico di liquidazione corrisponde a 121.89% (109.73% + 12.16%).

Ci è stato appena consegnato il progetto realizzato all'USI da un gruppo di studenti seguiti dal Prof. Carmine Garzia per il master in marketing. Il progetto è stato svolto in due parti : la prima confronta 11 paesi ( 10 dell'UE e la Svizzera ) sul problema delle pensioni integrative, mentre la seconda parte sviluppa le ipotesi sulla strategia di comunicazione basata sui risultati dell'inchiesta specifica, effettuata per la fondazione.

Hanno collaborato alla realizzazione del progetto gli studenti : Chiara Gatto, Jana Grankovskaja, Natalia Kovalenko, Michael Mercurio e Carlo Grazioli. Ci teniamo a ringraziare tutte le aziende e le persone coinvolte nell'inchiesta che sarà oggetto di analisi approfondite da parte dell'amministrazione della fondazione. QUI trovate i lucidi del progetto svolto

Nel 2013 il tasso di trasformazione del capitale in rendita di vecchiaia sarà per gli uomini il 6.85% e per le donne il 6.80% .

In occasione delle feste Natalizie il Consiglio di Fondazione ha deciso un importante finanziamento per l'Organizzazione Svizzera Armenia KASA (Komitas Action Suisse-Arménie) per la creazione di corsi a distanza in Armenia. KASA è un'organizzazione che compie 15 anni ed è riconosciuta come Organizzazione non Governativa (ONG) a livello Federale ed Internazionale.

Nella sua riunione del 16.11.2012 il Consiglio di Fondazione, visti i buoni risultati ha deciso di confermare l'interesse del 2,5% su tutto l'avere di vecchiaia (parte minima LPP + parte superiore) invece del 1,5% deciso dal Consiglio Federale.

Dai conti intermedi al 30.09.2012 approvati dal Consiglio di Fondazione il 16.11.2012, risulta un bilancio tecnico di 113.43% ( 30.09.2011 : 111.65% ).

Visti i risultati positivi al 30.06.2012 il Consiglio di Fondazione ha deciso, nella sua ultima riunione del 07.09.2012, un'ulteriore riduzione dei premi rischi del 10% a partire dal 01.01.2013 ( dal 2009 abbiamo quindi ridotto i premi assicurativi del 30% ).

Dai conti intermedi al 30.06.2012 approvati dal Consiglio di Fondazione il 07.09.2012, risulta un bilancio tecnico di 112.65% ( 30.06.2011 : 107.71% - 31.12.2011 : 109.75% ).

E' stato pubblicato un articolo sul Corriere del Ticino dedicato alla Fondazione.

  • Articolo del Corriere del 20.01.2010
  • Con il 1° giugno 2002 sono entrati in vigore gli accordi bilaterali con l'Unione Europea. Gli effetti importanti nel settore della previdenza professionale sono:

    • la possibilità di continuare a ritirare il capitale previdenziale in occasione del rientro anticipato nei paesi dell'Unione, solo fino al 31 maggio 2007. Dopo tale data il capitale deve essere mantenuto presso un conto di libero passaggio di una banca o sottoforma di polizza di libero passaggio presso un'assicurazione, fino al raggiungimento del pensionamento. In casi particolari se il cittadino italiano o spagnolo rientrano nel proprio paese senza svolgere attività economica é possibile procedere al versamento con una dichiarazione del rispettivo ufficio sociale.
    • mantenimento della possibilità di ritiro del capitale per tutti i cittadini provenienti da paesi non aderenti alla Unione Europea.

    Con il 1° gennaio 2005 anche per le fondazioni di previdenza è diventato definitivo il pensionamento delle donne a 64 anni in analogia con quanto previsto nell'ambito dell'AVS.

    Prima modifica della LPP dal 01.01.2005

    Di seguito troverete le modifiche più importanti della prima revisione LPP (l'intera modifica si trova nel sito della Confederazione www.admin.ch)

    art. 2 Assicurazione obbligatoria dei lavoratori dipendenti e dei disoccupati: cambiamento del salario minimo di entrata a 3/4 di quella attuale cioè Fr. 19'350.00

    art. 7 Salario minimo ed età: la quota di coordinamento è pari a 7/8 della rendita massima AVS quindi Fr. 22'575.00

    art. 14 Ammontare della rendita di vecchiaia: la modifica del tasso di conversione per la rendita di vecchiaia a 65 anni è stata portata per tutti al 6.8% con indicazione del 7.15% per il 2005 (nelle norme transitorie è previsto un periodo di adattamento di 10 anni) in base alla seguente scala:

    UominiAnno di nascitaDonne
    7.15%1940
    7.10%1941
    7.10%19427.20%
    7.05%19437.15%
    7.05%19447.10%
    7.00%19457.00%
    6.95%19466.95%
    6.90%19476.90%
    6.85%19486.85%
    6.80%1949 e più6.80%

    Dal 2014 si e' quindi equiparato il tasso di conversione al 6.80% sia per gli uomini che per le donne.

    art. 16 Accrediti di vecchiaia: le aliquote sono uguali fra uomini e donne per il calcolo dell'accredito di vecchiaia, in base alla seguente scala:

    Età uomini/donneAccredito di vecchiaia
    24 - 347%
    35 - 4410%
    45 - 5415%
    55 - 65/64 (donne)18%

    art. 19 Rendita vedovile: fino al 31.12.2004 la rendita vedovile era solo per la vedova, la nuova riforma prevede invece la rendita coniugi quindi anche per l'uomo.

    art. 20a Beneficiari della rendita vedovile: in caso di decesso dell'assicurato/a, oltre al coniuge e ai parenti diretti sono possibili altri beneficiari come superstiti.

    art. 23 Diritto alle prestazioni di rendita invalidità: la rendita di invalidità è aumentata e viene versata dal 40% e non più solo dal 50%.

    art. 24 Ammontare della rendita di invalidità: di seguito troverete il cambiamento della rendita:

    • intera dal 70%
    • 3/4 da 60% a 69%
    • mezza da 50%
    • 1/4 se almeno 40%

    art. 37 Forma delle prestazioni: per la liquidazione in capitale l'assicurato può chiedere 1/4 del capitale in contanti invece che la rendita senza preavviso scritto all'Istituto di Previdenza.

    art. 49 Libertà operativa: la libertà operativa e organizzativa degli Istituti di Previdenza è molto dettagliata mentre prima era estremamente generica.

    art. 53 Controllo: in caso di scioglimento (e durata sopra 5 anni del contratto) non può essere ridotto il libero passaggio dell'indennità di riscatto, sotto il limite dell'art. 15 LFLP.

    art. 65 Finanziamento degli Istituti di Previdenza - Principio: trasparenza su cosa si deve sapere da parte degli assicurati.

    art. 65a Finanziamento - Trasparenza: disposizioni precise sulle riserve da tenere per garantire le rendite.

    art. 86 Disposizioni particolari - Obbligo del segreto: informazioni da dare ogni anno agli assicurati.

    art. 89a e seguenti: Relazione con il diritto europeo: possibile il trasferimento per partenza definitiva all'estero per gli Europei solo fino al 1 giugno 2007 poi si deve creare una polizza o un conto di libero passaggio in Svizzera.

    Ribadiamo che questo è solo un riassunto di tutte le modifiche, per conoscere l'intera modifica potete visitare il sito della Confederazione www.admin.ch.

    Potete contattarci per e-mail o ai nostri uffici per eventuali domande.